N-PortID Virtualization

NPIV – N-PortID Virtualization

Il concetto

L’NPIV permette di assegnare un WWPN e un WWNN ad una vm in modo che essa stessa possa accedere direttamente allo storage. Requisito fondamentale è che funziona solo con dischi RDM. In questo modo è anche possibile andare oltre i limiti dell’Hypervisor che ricordo, per le HBA, essere :

  • 8 HBA
  • 16 porte HBA.

Quanto possiamo andare oltre? Fino al massimo numero di HBA (quindi 8).

Importante:

  • Il datastore dell’RDM deve essere lo stesso del VMFS che detiene i vm files.
  • No vmotion
  • No DAS
La pratica

Come si configura praticamente l’NPIV per una vm?

Utilizzando il vSphere Web Client, apriamo le impostazioni della vm alla quale vogliamo aggiungere l’NPIV e selezioniamo il tab vm Optios.

screen-shot-2016-09-10-at-09-45-04

Selezionare quindi Generate new WWN e cliccare su OK.

Adesso la vm ha un suo indirizzo per essere connessa direttamente via FC ad una LUN.

About the author: Alessandro Flacco

System Architect Engineer / Information security and Privacy consulting.